Torta di albumi e arance

“Fino al 1500 il “melangolo”, un arancio amaro, era l’unica qualità di agrume coltivata in Europa. L’arancio dolce introdotto in Portogallo nel 1520, fu impiantato sul Gargano alla fine del Seicento. Nel Settecento i “giardini” fecero la fortuna di Rodi: un continuo traffico commerciale vide impegnati gli abitanti con i Veneziani e gli Schiavoni, che vi approdavano ogni giorno a caricare vini, arance, limoni.


Oggi la coltivazione delle arance a polpa rossa, al contrario di gran parte delle arance prodotte in Europa è limitata ad alcune province della Sicilia e diverse aree della Calabria”


Abbiamo 3 varietà principali di arance rosse di Sicilia:


Categoria: Torte

3 voti

difficoltà

preparazione

30'

cottura

30'

persone

4

Torta di albumi e arance

Stampa Email

ingredienti

• Il Tarocco, arancia dalla forma sferica, senza semi e con la polpa solo striata di rosso, ha solitamente grosse dimensioni e contiene notevoli quantità di vitamina C. A tarda maturazione la buccia tende ad assumere una colorazione rossa;
• Il Sanguinello, detto anche Sanguigno, a polpa rossa e morbida, è una varietà di arancia con pochi semi e di medie dimensioni;
• Il Moro, dalla forma ovoidale, ha pochi semi e polpa completamente rossa. Se spremuto, produce una notevole quantità di succo;

Oltre alle arance a polpa rossa, una tipologia altrettanto diffusa è quella delle arance a polpa bionda, coltivate un pò in tutto il mondo. Anche qui possiamo distinguere tra differenti varietà, tra cui le più diffuse sono la Washington Navel, la Navelina, la Belladonna, la Valencia, l’Ovale, la Navelate, la Golden Buckeye, ma la lista potrebbe continuare a lungo…

Ma adesso prepariamo la torta!

60 g di Vallé Naturalmente
60 g di farina
75 g di fecola
7 albumi
350 g di zucchero
2 arance
qualche rametto di menta
un pizzico di sale

1.

Sciogli Vallé Naturalmente in un pentolino su fiamma molto bassa e lasciala intiepidire.

2.

Taglia un’arancia a fettine non troppo sottili, sciogli 150 g di zucchero con un decilitro di acqua, aggiungi le fette di arancia e cuocile per circa 10 minuti su fiamma bassissima fino a che risultano trasparenti.

3.

Lascia raffreddare le arance nel loro sciroppo e scolale su una gratella da dolci.

4.

Riunisci gli albumi in una ciotola con un pizzico di sale e montali con un paio di fruste elettriche fino ad ottenere una meringa morbida.

5.

Aggiungi uno dopo l’altro la farina setacciata con la fecola, lo zucchero rimasto, Vallé Naturalmente e la scorza di un’arancia grattugiata e mescola ogni volta con delicatezza per non smontare gli albumi.

6.

Versa l’impasto in uno stampo a cerniera rivestito con carta da forno di 22 centimetri di diametro e cuoci la torta in forno preriscaldato a 200°C per circa 45 minuti.
I nostri consigli
I benefici dell’aglio
Schiacciando e tritando l’aglio si forma l’allicina, che dona l’odore pungente e lo arrichisce di proprietà benefiche.
Cosa prepariamo oggi?
Esperti Vallé

Nutrizionista

Esperti Vallé

“Fino al 1500 il “melangolo”, un arancio amaro, era l’unica qualità di agrume coltivata in Europa. L’arancio dolce introdotto in Portogallo nel 1520, fu impiantato sul Gargano alla fine del Seicento. Nel Settecento i “giardini” fecero la fortuna di Rodi: un continuo traffico commerciale vide impegnati gli abitanti con i Veneziani e gli Schiavoni, che vi approdavano ogni giorno a caricare vini, arance, limoni.

 

Oggi la coltivazione delle arance a polpa rossa, al contrario di gran parte delle arance prodotte in Europa è limitata ad alcune province della Sicilia e diverse aree della Calabria”

 

Abbiamo 3 varietà principali di arance rosse di Sicilia: