Sapori a tema

Torna indietro

Stollen: per fare un dolce di Natale tedesco

Difficoltà
media
Persone
10
Tempo di preparazione
50 min
Tempo di cottura
40'
Stollen: per fare un dolce di Natale tedesco

Ingredienti

30 voti:
  • 500 gr di farina manitoba
  • 7 gr di lievito di birra liofilizzato o 25 gr di lievito fresco
  • 125 gr di Vallé… naturalmente
  • 2 uova
  • 200 ml di latte
  • 100 gr di zucchero
  • 100 ml di rum (o brandy)
  • 150 gr di uvetta
  • 125 gr di marzapane
  • 100 gr di scorza di agrumi canditi (arancia e cedro)
  • 100 gr di mandorle pelate
  • 70 gr di mandorle a lamelle
  • un pizzico di sale
  • ½ cucchiaino di noce moscata macinata
  • 1 cucchiaino di cannella macinata
  • 100 gr di zucchero a velo

Questa è la rivisitazione di quello che in Germania è più classico dolce di Natale: lo stollen. In verità è molto simile a tanti dolci natalizi a noi molto familiari, in un certo senso è la versione più semplice e più rustica del panettone. La forma originale non è quella che vi propongo (in verità lo stollen dovrebbe essere sagomato in forma ovale, con una piega in superficie) ma in questo modo trovo sia più semplice da cuocere e più bello da vedere. Richiede un po’ di lavoro e molto tempo per la preparazione (ricordatevi di calcolare bene i tempi di lievitazione) e,  una volta pronto,  deve ancora riposare almeno un paio di giorni. Lo so, non è certo un dolce rapido, ma durante le feste è bello dedicarsi a queste ricette “lente”: il vero lavoro in fondo è poco, il più è aspettare tra un passaggio e l’altro: potete sempre far fruttare il tempo di attesa facendo pratica di canti natalizi!

Il nostro alleato sarà:
Naturalmente

1

Ingredienti

2

Mettete il marzapane in frigo. Versate i canditi e l’uvetta in un pentolino dal fondo pesante. Coprite col rum e fate scaldare dolcemente; appena il rum comincia a scaldarsi, spegnete, mettete un coperchio e tenete da parte

3

Fate intiepidire appena il latte (non deve essere molto caldo) e mescolate col lievito, 100 gr di farina e 50 gr di zucchero. Coprite e lasciate riposare per 15 minuti (si formerà un composto pieno di bolle). Nel frattempo, sciogliete la margarina a bagnomaria o nel microonde e sbattete leggermente le uova. Trascorso ¼ d’ora, versate la farina rimanente in una ciotola e unite zucchero, sale e spezie. Mescolate, poi incorporate il latte col lievito, la margarina e le uova

4

Rovesciate sulla spianatoia infarinata e impastate per 10 minuti circa; se avete la planetaria o la macchina del pane potete usarli, ma se dovete impastare a mano vi consiglio di usare una tovaglietta in silicone: l’impasto sarà molto appiccicoso e potete aggiungere un po’ di farina per compattarlo, ma cercate di non esagerare o il dolce sarà troppo duro. Sbattete spesso l’impasto sulla spianatoia (lo fa diventare elastico) e staccatelo con una spatola se necessario. Quando è liscio e uniforme, mettetelo in una ciotola unta con margarina, incidete e croce e coprite. Mettete a lievitare in un luogo riparato e tiepido finché sarà raddoppiato di volume (di solito circa per 1 h e ½, ma possono servire 2 ore)

5

Quando l’impasto è lievitato, potete incorporare la frutta. Tritate le mandorle intere nel mixer o col coltello (non troppo finemente) e mescolatele alla frutta ammollata nel brandy e alle mandorle a lamelle. Stendete la pasta lievitata sulla spianatoia (formate un rettangolo di circa 45x35 cm) e versate metà del composto sulla superficie. Piegate a metà, schiacchiate con le mani, stendete di nuovo (stessa misura di prima)e ripetete l’operazione con la frutta rimasta. Infine, grattugiate il marzapane (che si sarà indurito in frigo) in modo da coprire la superficie. Arrotolate la pasta, poi fate rotolare un po’ sulla spianatoia per compattare

6

Mettete il serpentone di impasto in uno stampo da ciambella (26 cm diametro) unto con margarina. Coprite e lasciate lievitare ancora per 45 minuti. Nel frattempo, accendete il forno a 200 gradi

7

Dopo la seconda lievitazione, infornate per 40- 45 minuti, abbassando la temperatura a 180 gradi dopo 20 minuti. Sfornate e togliete dallo stampo appena possibile. Mettete sulla gratella e cospargete, ancora caldo, con abbondante zucchero a velo. Lasciate raffreddare completamente

8

Una volta che lo stollen è freddo (e non prima, mi raccomando; aspettate almeno mezza giornata) avvolgete in un doppio strato di alluminio e mettete da parte in un luogo fresco (ma assolutamente NON in frigo) per 2- 3 giorni. Poi scartate, cospargete con altro zucchero a velo e serviteTanti auguri da Kuri e da Vallé ♥

Foodblogger - Cristina

Questa è la rivisitazione di quello che in Germania è più classico dei dolci natalizi: lo stollen. In verità è molto simile a tanti dolci natalizi a noi molto familiari, in un certo senso è la versione più semplice e più rustica del panettone. La forma originale non è quella che vi propongo (in verità lo stollen dovrebbe essere sagomato in forma ovale, con una piega in superficie) ma in questo modo trovo sia più semplice da cuocere e più bello da vedere. Richiede un po’ di lavoro e molto tempo per la preparazione (ricordatevi di calcolare bene i tempi di lievitazione) e,  una volta pronto,  deve ancora riposare almeno un paio di giorni. Lo so, non è certo un dolce rapido, ma durante le feste è bello dedicarsi a queste ricette “lente”: il vero lavoro in fondo è poco, il più è aspettare tra un passaggio e l’altro: potete sempre far fruttare il tempo di attesa facendo pratica di canti natalizi!