Quiche di datterini confit e ricotta

I pomodori devono il loro tipico colore rosso al licopene, una molecola che conferisce numerose proprietà benefiche a questo alimento. I datterini sono una delle varietà più ricche di licopene!

1 voti

kcal

330

omega3

0,7 gr

preparazione

30 min

cottura

2h e 55 min

persone

8

Quiche di datterini confit e ricotta

Stampa Email

ingredienti

Per la pasta brisée:
  • 270 gr di farina integrale
  • 110 gr di Vallé Omega3
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 40 gr di acqua
  • 1 uovo biologico
Per il ripieno
  • 1 kg di datterini
  • 100 gr di riso integrale
  • 250 gr di ricotta freschissima
  • 10 foglie di basilico
  • un cucchiaio di pistacchi tritati
  • un cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • pepe nero macinato al momento
  • sale

1.

In una leccarda coperta da carta forno stendere i datterini lavati e asciugati, condirli con un pizzico di sale, uno di pepe nero, un cucchiaio di olio e uno di zucchero di canna. Cuocerli nel forno statico
a 140° per 2 ore circa. Preparare la pasta brisée mescolando tutti gli
ingredienti in una ciotola e lavorandoli con la punta delle dita per qualche minuto e poi sulla spianatoia fino ad ottenere una palla liscia. Avvolgerla con della pellicola da cucina e lasciarla riposare
almeno mezz’ora in frigo.

2.

Riprenderla, stenderla fino a uno spessore di 4 mm, rivestire uno stampo del diametro di 20-22 cm appena unto e lasciarla riposare in frigo per
altri 20 minuti.

3.

Cucinarla in bianco nel forno statico già caldo a 190°, dopo aver bucherellato la base con una forchetta e averla coperta con carta forno e dei pesi (potete usare dei legumi secchi o delle biglie di
ceramica), per 20 minuti; quindi abbassare la temperatura a 170° e continuare la cottura per altri 15 minuti. Sfornarla, lasciarla raffreddare sopra una griglia. Far bollire in acqua salata il riso per 20 minuti,
se precotto, o in alternativa per 40 minuti; scolarlo e raffreddarlo sotto l’acqua fredda. Mescolarlo in una ciotola con la ricotta setacciata e il basilico
I nostri consigli
I semi oleosi
I grassi sono il principale nutriente dei semi, per questo motivo chiamati “oleosi”. Grazie al loro contenuto in acidi grassi insaturi ricoprono un ruolo importantissimo per la nostra salute.
Cosa prepariamo oggi?
Anna Maria

Foodblogger

Anna Maria

I pomodori devono il loro tipico colore rosso al licopene, una molecola che conferisce numerose proprietà benefiche a questo alimento. I datterini sono una delle varietà più ricche di licopene!

Francesca

Nutrizionista

Francesca