Pollo alla senape e mele baby

Una ricetta da preparare nel tardo pomeriggio, senza fretta, da gustare la sera ancora tiepida. La cottura a fuoco lento, in un tegame di ceramica, permette di riscoprire sapori antichi da condividere con tutta la famiglia.

Nessun voto

kcal

343

omega3

0,28 gr

preparazione

20 min

cottura

1 ora

persone

4

Pollo alla senape e mele baby

Stampa Email

ingredienti

  • 8 fusi di pollo
  • 20 gr di senape delicata
  • 4 scalogni
  • 50 ml di Brandy
  • 6 mele baby (circa 600 gr)
  • 20 gr di pomodori secchi
  • 200 gr di pomodori freschi
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 600 ml di acqua

1.

Sciacquare i pomodori secchi sotto l’acqua corrente
calda e metterli a macerare nel Brandy per
circa 15 minuti. Nel frattempo affettare a rondelle gli scalogni e
stufarli in un tegame di ceramica con l’olio e 50 ml di acqua. Sgocciolare i pomodori secchi, tagliarli a filetti e unirli allo stufato. Spalmare le cosce di
pollo con la senape e scottarle da tutti i lati nel tegame, versate il Brandy e sfumare.

2.

Lavare le mele, scegliendo le 3 più grosse, privarle del torsolo con l’apposito attrezzo, affettarle a rondelle sottili e aggiungerle al pollo insieme
alle altre mele intere. A parte, tritare le olive e affettare i pomodori a rondelle dopo aver tolto il solo picciolo, metterli nel tegame con l’acqua rimasta, salare pepare e distribuire il finocchietto tritato.

3.

Mescolare, coprire e cuocere a fuoco dolce per
un’ora con il coperchio, mescolando ogni tanto; quindi far restringere il sughetto, senza coperchio, cuocendo ancora per 20 minuti.
Servire dopo aver fatto intiepidire.
I nostri consigli
Il ferro negli spinaci
E’ un falso mito, gli spinaci non sono così ricchi di ferro, ne contengono come altre verdure a foglia verde. I legumi e i semi ne apportano mediamente molto di più.
Cosa prepariamo oggi?
Claudia

Foodblogger

Claudia

Pollo e frutta: un’associazione particolare per gustare in modo alternativo questo secondo piatto.

Anna Rita

Dietista

Anna Rita

Pollo e frutta: un’associazione particolare per gustare in modo alternativo questo secondo piatto.