Panzerotti Valdostani

Alla scoperta dei panzerotti valdostani: questi dolcetti sono una vera rarità, sono dolci di Carnevale a tutti gli effetti ma non si friggono! Sono buonissimi, morbidi e pieni di deliziosa marmellata, quasi una mini-brioche. La loro morbidezza ha un segreto insospettabile, un ingrediente insolito: le patate. Provateli e non li lascerete più per tutto l’anno

6 voti

difficoltà

preparazione

40'

cottura

10'

persone

8

Panzerotti Valdostani

Stampa Email

ingredienti

Ingredienti per 35 panzerotti circa

•  250 gr di farina 00
•  200 gr di patate
•  1 bustina di lievito di birra liofilizzato
•  125 gr di Vallé …naturalmente?
•  100 ml di latte
•  1 uovo
•  80 gr di zucchero?
•  100 gr di marmellata
•  uovo sbattuto per spennellare

1.

Gli ingredienti

2.

Sbucciate le patate e cuocetele a vapore; se preferite lessarle, lavatele e fatele bollire con la buccia per poi sbucciarle ancora calde. Schiacciatele o passatele nel passalegumi e mettetele da parte. Fate intiepidire il latte, unite il lievito, 3 cucchiai di farina e 2 di zucchero e lasciate fermentare per 15 minuti. Fate sciogliere la margarina a bagnomaria o nel microonde. Quando il lievito è fermentato, unite la farina e il rimanente zucchero in una ciotola capiente e versateci il latte col lievito, l’uovo leggermente sbattuto, le patate schiacciate e la margarina. Mescolate, poi versate sulla spianatoia e impastate per 5 minuti.

3.

Quando l’impasto è liscio ed elastico, formate una palla, mettetela in una ciotola grande, coprite e mettete a lievitare in un luogo tiepido e riparato per un’ora. Trascorso questo tempo, stendete la pasta con un mattarello e ricavate tanti cerchi con uno stampino, poi mettete un cucchiaino di marmellate in ognuno.

4.

Chiudete a mezzaluna, mettete sulla placca da forno e coprite (serviranno 2 placche). Lasciate lievitare ancora per mezz’ora; nel frattempo, accendete il forno a 200 gradi. Prima di infornare, spennellate i panzerotti con uovo sbattuto.

5.

Cuocete per 15 minuti nel forno ben caldo. Servite tiepidi o freddi.Buon Appetito da Kuri e da Vallé ♥
I nostri consigli
La polenta taragna
Come fonte di carboidrati complessi prova a cucinare la polenta di grano saraceno, detta “taragna”. Un’ottima alternativa alla solito primo piatto.
Cosa prepariamo oggi?
Esperti Vallé

Nutrizionista

Esperti Vallé

Questi dolcetti sono una vera rarità, sono dolci di Carnevale a tutti gli effetti ma non si friggono! Sono buonissimi, morbidi e pieni di deliziosa marmellata, quasi una mini-brioche. La loro morbidezza ha un segreto insospettabile, un ingrediente insolito: le patate. Provateli e non li lascerete più per tutto l’anno