Mini strudel con fichi freschi

La sfoglia Vallé, leggerissima e 100% vegetale, accostata alla dolcezza dei fichi, prende in prestito l’idea dello strudel e lo trasforma in piccoli fagottini coperti con zucchero a velo.
 Un’idea velocissima da preparare, da servire calda o tiepida, e nelle sere un po’ più fredde che ci aspettano, con un po’ di crema pasticcera alla cannella. Finalmente le giornate tiepide ci fanno assaporare lunghe passeggiate in campagna, dove è possibile raccogliere ancora fichi freschi e dolcissimi

Categoria: Strudel

15 voti

difficoltà

preparazione

20'

cottura

10'

persone

6

Mini strudel con fichi freschi

Stampa Email

ingredienti

  • 1 confezione di Vallé sfoglia
  • 150 g di mela (1 frutto)
  • 250 g di fichi (4 frutti)
  • 25 g di biscotti secchi (circa 4)
  • 1 acino di uva sultanina ogni mini strudel
  • 2/3 pezzi di pistacchio ogni mini strudel

1.

Gli ingredienti

2.

Tagliare a spicchi i fichi

3.

E a cubetti la mela dopo averla sbucciata

4.

Stendere la pasta sfoglia, bucherellarla e tagliarla a quadrati con la rotella dentellata

5.

In ogni quadrato disporre un po’ di biscotto sbriciolato, uno spicchio di fico, un pezzettino di mela, uno/due pistacchi, 1 acino di uva sultanina

6.

Chiudere i fagottini, cercare di sigillarli e disporli sulla placca da forno

7.

Cuocere in forno a 180° fino a doratura e cospargerli con lo zucchero a velo.
I nostri consigli
Le farine nell’impasto
Mi raccomando: la farina dovrà essere ben asciutta e non deve avere grumi, questo vale anche per il lievito (fresco-asciutto) e lo zucchero, che è meglio sia fine.
Cosa prepariamo oggi?
Anna

Foodblogger

Anna

Finalmente le giornate tiepide ci fanno assaporare lunghe passeggiate in campagna, dove è possibile raccogliere ancora fichi freschi e dolcissimi.
La sfoglia Vallé, leggerissima e 100% vegetale, accostata alla dolcezza dei fichi, prende in prestito l’idea dello strudel e lo trasforma in piccoli fagottini coperti con zucchero a velo.
Un’idea velocissima da preparare, da servire calda o tiepida, e nelle sere un po’ più fredde che ci aspettano, con un po’ di crema pasticcera alla cannella.