Mini pastiere di Natale

La pastiera è un dolce tradizionalmente legato alle feste, uno dei più famosi dolci italiani in assoluto. E perché non dovrebbe esserlo? Nasce dall’unione di tre creme deliziose adagiate su delicata pasta frolla, il tutto aromatizzato da profumi mediterranei… niente è più adatto a celebrare le ricorrenze più gioiose! Per distinguerla da quella che si prepara a Pasqua ho pensato di preparare questa versione natalizia ricoperta di stelle e “ridotta” in modo da poter essere servita a feste e buffet. Se preferite una pastiera classica, però, potete usare la stessa quantità di ingredienti per uno stampo unico di 24 cm di diametro: forma diversa, ma la bontà non cambia.

Categoria: Pasticcini e Piccola pasticceria

27 voti

difficoltà

preparazione

60'

cottura

30'

persone

10

Mini pastiere di Natale

Stampa Email

ingredienti

Per la pasta frolla

  • 300 gr di farina 00
  • 150 gr di Vallé+Burro
  • 1 uovo intero+1 tuorlo
  • scorza di ½  limone non trattato
  • un pizzico di sale

Per la crema di grano

  • 500 gr di grano cotto (lo trovate in barattolo al supermercato)
  • 125 ml di latte
  • scorza di 1 arancia non trattata
  • 80 gr di scorza d’arancia candita

Per la crema pasticcera

  • 200 ml di latte
  • 50 gr di zucchero
  • 2 tuorli
  • 2 cucchiai di farina
  • 1 baccello di vaniglia
  • scorza di ½ limone

Per la crema di ricotta

  • 250 gr di ricotta
  • 2 uova intere
  • 125 gr di zucchero
  • ½ fialetta di aroma ai fiori d’arancio

1.

Ingredienti

2.

Preparate la pasta frolla. Versate la farina in una ciotola capiente; unite la Vallé+Burro fredda e sfregatela con la farina tra i polpastrelli, in modo da formare un composto simile a grosse briciole. Unite l’uovo e il tuorlo, lo zucchero, la scorza di limone, il sale e mescolate brevemente

3.

Versate sulla spianatoia e impastate velocemente, poi formate una palla, avvolgetela con pellicola e mettete in frigo per almeno 3 ore (o una notte)

4.

Preparate la crema pasticcera: versate il latte in una pentola dal fondo pesante, unite il baccello di vaniglia tagliato a metà e fate scaldare a fuoco dolce. Nel frattempo, mettete i tuorli in un contenitore resistente al calore, unite lo zucchero e sbattete con una frusta (o un frullino elettrico) finché sono bianchi e spumosi. Appena il latte prende bollore spegnete il fuoco; unite la farina e la scorza di limone ai tuorli, mescolate, poi unite il latte caldo a filo filtrandolo con un colino, cercando di mescolare mentre versate

5.

Rimettete il pentolino sul fuoco e fate scaldare mescolando in continuazione con una frusta, senza mai fermarvi. Quando il composto si è addensato, togliete dal fuoco e trasferite un una ciotola larga. Coprite con pellicola (a contatto con la crema) per non far formare la pellicina. Appena la crema è tiepida, mettete in frigo

6.

Preparate la crema di grano: scolate il grano, mettetelo in una pentola larga dal fondo pesante e sgranatelo con una forchetta. Unite il latte e la scorza d’arancia, poi scaldate a fuoco dolce. Quando inizia a sobbollire, lasciatelo cuocere per 10 minuti mescolando spesso. Spegnete, unite la scorza candita tritata finemente e mettete a raffreddare in un piatto largo

7.

Quando le creme sono fredde e la pasta frolla ha riposato sufficientemente in frigo, accendete il forno a 180 gradi. Ungete 18 stampi da tartellette (da 8 cm di diametro ciascuna). Preparate la crema di ricotta: unite ricotta, zucchero, uova e acqua di fiori d’arancio e mescolate bene con una frusta finché la crema è liscia e senza grumi, poi unitela alle altre due creme (pasticcera e di grano)

8.

Stendete la pasta frolla il più sottile possibile, poi tagliate tanti dischetti di 10 cm di diametro e rivestite gli stampi. Bucherellate il fondo con una forchetta, poi versate 2 cucchiai di ripieno in ogni stampo. Con la pasta frolla rimasta, ritagliate delle stelle per coprire le pastiere (grandi o piccole a vostro piacimento) e infornate per 35-40 minuti, finché la superficie è dorata

9.

Lasciate raffreddare, spolverate con zucchero a velo e servite. Si conserva in frigoTanti auguri da Kuri e da Vallé ♥
I nostri consigli
68
I carotenoidi sono liposolubili, se assunti insieme ad una fonte di grasso vengono meglio assorbiti ed utilizzati dal nostro organismo
Cosa prepariamo oggi?
Cristina
Cristina

La pastiera è un dolce tradizionalmente legato alle feste, uno dei più famosi dolci italiani in assoluto. E perché non dovrebbe esserlo? Nasce dall’unione di tre creme deliziose adagiate su delicata pasta frolla, il tutto aromatizzato da profumi mediterranei… niente è più adatto a celebrare le ricorrenze più gioiose! Per distinguerla da quella che si prepara a Pasqua ho pensato di preparare questa versione natalizia ricoperta di stelle e “ridotta” in modo da poter essere servita a feste e buffet. Se preferite una pastiera classica, però, potete usare la stessa quantità di ingredienti per uno stampo unico di 24 cm di diametro: forma diversa, ma la bontà non cambia.