Migliaccio di Carnevale

Arriva il Carnevale e in Campania si usa preparare questo delicatissimo dolce fatto con il semolino. Ha la consistenza di una polenta ma profuma come una pastiera, dato che tra i tanti aromi c’è anche quello dei Fiori di arancio. E’ davvero un dolce originale da servire come dessert a fine pranzo. E con il suo profuma anticipa l’arrivo della primavera.

Categoria: Torta soffice

3 voti

difficoltà

preparazione

30 min

cottura

50 min

persone

10

Migliaccio di Carnevale

Stampa Email

ingredienti

  • 60 gr di Vallè Naturalmente
  • 220 gr di zucchero
  • Mezzo litro di latte intero
  • 280 ml di acqua
  • 3 uova
  • 160 gr di semolino
  • 300 gr di ricotta fresca
  • Scorza intera di un limone e di un’arancia
  • Scorza grattugiata di un limone
  • 2 cucchiaini di vaniglia liquida
  • Mezzo cucchiaino di aroma di fiori d’arancio (facoltativo)
  • Zucchero a velo per la decorazione

1.

In un pentolino versare il latte, l’acqua, le scorze intere del limone e dell’arancia, Vallé Naturalmente e due cucchiai di zucchero.

2.

Far riscaldare senza giungere all’ebollizione. Eliminare le scorze dell’arancia e del limone e versare il semolino. Mescolare velocemente con una frusta per farlo amalgamare bene. Far raffreddare completamente.

3.

Nel frattempo unire il restante zucchero e le uova e lavorarle con una frusta elettrica fino a raggiungere la consistenza di una crema spumosa.

4.

Aggiungere la ricotta e lavorarla ancora.

5.

Infine aggiungere la crema di semolino già fredda.

6.

Amalgamare il tutto e versarlo in una tortiera apribile, unta, di 20/24 cm. Infornare per almeno 50 minuti a 180°.

7.

E’ cotta quando la superficie diventa dorata. Spolverizzare con abbondante zucchero a velo.
I nostri consigli
La vitamina E
La vitamina E si chiama anche Tocoferolo, il consumo di riferimento giornaliero è di 12 mg in età adulta.
Cosa prepariamo oggi?
Anna

Foodblogger

Anna

Consigli:

Servire questo dolce tiepido e con un cucchiaio di confettura di frutti rossi, che lo renderà ancora più goloso.