Lo strudel della Befana

Siamo arrivati all’ultima delle feste, l’Epifania e vi presentiamo questo dolce della befana: un golosissimo strudel. Con un po’ di malinconia riponiamo le decorazioni… eh già, serve un dolcetto per tirarsi su, ma dopo pranzi, cene, banchetti e buffet con relativa fatica in cucina dev’essere qualcosa di semplice, veloce e di minimo impegno. Questo strudel, buono e un po’ goffo come la Befana, non sarà certo un dolce elegante ma è l’ideale per concedersi qualcosa di delizioso senza faticare troppo e anche per cominciare a liberarsi della frutta secca e di altri avanzi natalizi.

Buoni dolci e buone feste da Cristina KURI e da Vallé ♥

 

Categoria: Strudel

19 voti

difficoltà

preparazione

20'

cottura

30'

persone

6

Lo strudel della Befana

Stampa Email

ingredienti

  • 1 confezione di Sfoglia Perfetta Vallé
  • 100 gr di frutta essiccata a scelta (uvetta, albicocche, fichi, prugne, datteri, mirtilli rossi, etc..)
  • 50 gr di canditi a scelta (arancia, cedro, ciliegia, etc…)
  • 50 gr di frutta secca a scelta (mandorle, noci, pinoli, nocciole, etc…)
  • succo di 2 clementine o di 1 piccola arancia
  • uovo per spennellare

1.

Ingredienti

2.

Tagliate la frutta più voluminosa (es. albicocche, datteri, fichi) e i canditi a pezzettoni, unite alla frutta più minuta (es uvetta) e versate in un barattolo. Coprite col succo di clementina o di arancia e lasciate macerare per mezz’ora. Intanto, tritate la frutta secca a parte

3.

Accendete il forno a 200 gradi. Foderate la placa con carta forno. Srotolate la pasta sfoglia lasciandola sulla carta bianca che trovate nella confezione. Scolate la frutta messa a macerare e distribuite al centro della pasta sfoglia, poi unite la frutta secca tritata

4.

Aiutandovi con la carta, arrotolate lo strudel; rimboccate i lati in modo da sigillarli

5.

Spostate sulla placca con molta delicatezza. Piegate in modo da dare la forma di una calza (più o meno…), praticate alcune incisioni in superficie, spennellate con uovo leggermente sbattuto e infornate per 25-30 minuti

6.

Sfornate e servite tiepido o freddo. Se volete, cospargete con poco zucchero a velo
I nostri consigli
54
Anche il pollo contiene Omega 3: cucinato in crosta di sale è molto saporito senza bisogno di aggiungere grassi. Ricordate che cuocere in crosta di sale non significa che il piatto sarà salatissimo, anzi!
Cosa prepariamo oggi?
Cristina
Cristina

Siamo arrivati all’ultima delle feste, l’Epifania. Con un po’ di malinconia riponiamo le decorazioni… eh già, serve un dolcetto per tirarsi su, ma dopo pranzi, cene, banchetti e buffet con relativa fatica in cucina dev’essere qualcosa di semplice, veloce e di minimo impegno. Questo strudel, buono e un po’ goffo come la Befana, non sarà certo un dolce elegante ma è l’ideale per concedersi qualcosa di delizioso senza faticare troppo e anche per cominciare a liberarsi della frutta secca e di altri avanzi natalizi.

Buoni dolci e buone feste da Cristina KURI e da Vallé ♥