Frittata in agrodolce

Claudia: Per comodità cuocete la frittata in una padella capiente; più laboriosa ma molto graziosa da portare in tavola è la mono porzione. Procuratevi dei piccoli tegami antiaderenti e cuocete 4 piccole frittate da mangiare direttamente nel tegamino con posate di legno.

Nessun voto

kcal

127

omega3

0,06 g

difficoltà

preparazione

5’

cottura

5’

persone

4

Frittata in agrodolce

Stampa Email

ingredienti

  • 4 uova
  • 200 g di scalogno
  • 20 g di olio extra vergine d’oliva
  • zucchero
  • Pepe q.b.
  • 8 bacche di pimento
  • Sale

1.

Ingredienti

2.

Tritate finemente lo scalogno

3.

Aggiungete alle uova lo scalogno

4.

Sbattete il tutto in una ciotola, salate, aggiungete un pizzico di zucchero e il pimento pestato finemente dentro un mortaio. Riscaldate l’olio in una padella antiaderente, versate il composto di uova e cuocete fino a doratura, girate la frittata con un coperchio e cuocete pochi istanti. Servite tiepida.
I nostri consigli
semi di lino
10 grammi di semi di lino contengono 1,7 grammi di omega 3, coprendo così il fabbisogno giornaliero.
Cosa prepariamo oggi?
Claudia

Foodblogger

Claudia

Per comodità cuocete la frittata in una padella capiente; più laboriosa ma molto graziosa da portare in tavola è la mono porzione. Procuratevi dei piccoli tegami antiaderenti e cuocete 4 piccole frittate da mangiare direttamente nel tegamino con posate di legno.

Esperti Vallé

Nutrizionista

Esperti Vallé

Le uova sono fonti di proteine ad alto valore biologico, ottime quindi in alternativa alla carne. Una volta considerate da limitare per il loro contenuto di colesterolo, oggi è emerso che il colesterolo alimentare non incide significativamente sul colesterolo totale (cosa che fanno invece i grassi saturi). Possono rientrare nell’alimentazione con più libertà, fino a 4 a settimana.