Filetti di cernia gratinati con pesto di fave

Mi chiedete un trucco? Allora... riducete gradualmente il sale aggiunto durante la cottura e la preparazione dei cibi, così da minimizzarne la quantità. Sarà più facile abituarsi e riscoprire il reale sapore di ciò che mangiamo. Contestualmente via libera a erbe aromatiche e spezie!

1 voti

kcal

230

omega3

0,22 gr

preparazione

30 min

cottura

15 min

persone

4

Filetti di cernia gratinati con pesto di fave

Stampa Email
Ricetta

ingredienti

  • 440 gr di fave con la buccia
  • 4 filetti di cernia dorata (320 gr)
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • 30 gr di pangrattato integrale
  • 10 gr di pomodori secchi sott’olio
  • prezzemolo
  • mentuccia
  • sale
  • pepe nero
  • 60 gr di rucola

1.

Portare a bollore una pentola con acqua, salarla
e versare le fave sgusciate, ma ancora con la buccia. Farle scottare per circa 3 minuti; poi scolarle (tenere da parte un cucchiaio di acqua di cottura) e farle raffreddare.
Sbucciare le fave schiacciandole con due dita
per estrarle dalla buccia. Metterle nel bicchiere di un frullatore e unire un pizzico di sale, il pepe, il prezzemolo, mezzo spicchio aglio (sbucciato e privato dell’anima interna) e un
cucchiaio di acqua di cottura delle fave. Frullare il tutto grossolanamente unendo a filo un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

2.

In un piatto unire il pangrattato con il pepe, mezzo spicchio di aglio, il prezzemolo, le foglioline di mentuccia, i pomodori secchi e l’olio.

3.

Coprire una teglia con carta da forno e posizionarvi sopra i filetti di pesce. Cospargerli con le briciole di pangrattato e far cuocere in forno caldo a 200° per 12 minuti.

4.

Servire il pesce gratinato caldo con il pesto di
fave a temperatura ambiente e la rucola lavata.
I nostri consigli
Il cioccolato nella dieta
Consuma il cioccolato fondente, senza eccedere nel consumo, 2/3 quadretti sono il giusto compromesso.
mondi vallé
Cosa prepariamo oggi?
Sara

Foodblogger

Sara

Mi chiedete un trucco? Allora… riducete gradualmente il sale aggiunto durante la cottura e la preparazione dei cibi, così da minimizzarne la quantità. Sarà più facile abituarsi e riscoprire il reale sapore di ciò che mangiamo. Contestualmente via libera a erbe aromatiche e spezie!

Filippo

Dietista

Filippo

Mi chiedete un trucco? Allora… riducete gradualmente il sale aggiunto durante la cottura e la preparazione dei cibi, così da minimizzarne la quantità. Sarà più facile abituarsi e riscoprire il reale sapore di ciò che mangiamo. Contestualmente via libera a erbe aromatiche e spezie!