Christmas Cake – torta di Natale

Torta di Natale: avete tempo per un dolce elaborato? – Ne vale proprio la pena!!! Prova le nuove ricette dolci di Natale.

Volete stupire tutti con una torta uguale a quelle dei film? Questa fa al caso vostro: è la versione semplificata di un dolce che in Gran Bretagna chiude il sontuoso pranzo natalizio ed è il piatto più scenografico dopo il gigantesco tacchino ripieno.  Non fatevi intimidire dalla lunghezza di questa ricetta, la cosa più impegnativa è superare una lista di ingredienti davvero “importante”; confezionare la torta non è difficile ma vi avverto che richiede tempo: in compenso si conserva per almeno due settimane avvolta con un doppio strato di alluminio, il che vi permette di partire con parecchio anticipo e di pensare ad altro il giorno di Natale.

 

Categoria: Torta soffice

28 voti

difficoltà

preparazione

60'

cottura

60'

persone

6

Christmas Cake – torta di Natale

Stampa Email

ingredienti

•  200 gr di farina 00
•  1 cucchiaino di lievito
•  3 uova
•  120 gr di zucchero di canna integrale (tipo muscovado)
•  100 gr di miele
•  175 gr di Vallé… naturalmente
•  100 gr di mandorle pelate
•  250 gr di uvetta
•  250 gr di prugne essiccate morbide
•  150 gr di frutta essiccata a scelta tra pere, datteri, fichi
•  100 gr di mirtilli rossi essiccati (cranberries)
•  80 gr di ciliegie candite
•  50 gr di arancia candita
•  30 gr di cedro candito
•  100 ml di liquore (brandy, rhum o armagnac)
•  1 cucchiaino di cannella in polvere
•  ½ cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
•  ½ cucchiaino di noce moscata in polvere
•  ½ cucchiaino di zenzero in polvere
•  succo e scorza di 3 arance non trattate

Per la glassa (facoltativa)
•   gr di marzapane
•  350 gr di fondente di zucchero bianco
•  palline argentate commestibili
•  50 gr di zucchero a velo
•  2 cucchiai di acqua
•  3 cucchiai di brandy (o rhum)

1.

Gli ingredienti

2.

Affettate grossolanamente la frutta essiccata (prugne, pere o fichi), e mettete in una pentola capiente; aggiungete l’uvetta, i mirtilli rossi, la frutta candita (arance, cedro, ciliegie) tritata finemente, lo zucchero, il miele, il liquore, il succo e la scorza delle arance, le spezie e la margarina e scaldate a fuoco medio. Quando il composto comincia a sobbollire abbassate il fuoco e continuate la cottura per 10 minuti, mescolando di tanto in tanto. Lasciate raffreddare per un’ora.

3.

Accendete il forno a 150 gradi. Macinate le mandorle, sbattete le uova e aggiungete al composto di frutta, poi mescolate farina e lievito, setacciate e aggiungete all’impasto poco alla volta. Foderate il fondo di una tortiera a cerchio apribile (24 cm diametro) con carta forno e ungete il bordo con margarina. Versate l’impasto nella tortiera, poi avvolgete la tortiera con un foglio di carta forno alto 15 cm e legatelo con spago da arrosto (questa “armatura” proteggerà la torta dalla prolungata esposizione al calore). Infornate e cuocete per 2 ore

4.

Sfornate la torta e lasciatela raffreddare completamente prima di toglierla dallo stampo. Se la volete glassare, scaldate il marzapane per 5 secondi nel microonde a bassa potenza (o mettetelo qualche minuto in un piatto appoggiato al calorifero), formate una palla e poi stendetelo col mattarello tra un foglio di cellophane e uno di carta forno fino a formare un cerchio di 30 cm di diametro. Spennellate la torta col brandy, poi sollevate il cellophane e adagiate il marzapane sulla torta. Fate aderire bene, togliete il cellophane ed eliminate gli eccessi di marzapane con un coltello affilato

5.

Lavorate il fondente per qualche minuto per ammorbidirlo, spennellate il marzapane con acqua tiepida, poi ripetete il passaggio precedente col fondente, adagiatelo sulla torta, fatelo aderire bene e rifinite i bordi. Ricavate le decorazioni col fondente avanzato e attaccatele sulla torta aiutandovi con una “colla” che otterrete mescolando lo zucchero a velo e l’acqua. Attaccate le palline argentate aiutandovi con uno stuzzicadenti per prelevare una gocciolina di “colla” per volta. Se volete potete colorare le decorazioni con coloranti, ma io preferisco lasciare la torta completamente bianca

6.

La glassa può essere omessa: personalmente la torta mi piace di più così, il suo aspetto sobrio è molto elegante e credo ne guadagni anche il sapore, più profondo e meno stucchevole; consumandone con moderazione, però, non c’è nulla di male a preferire la versione glassata ma a una condizione: una sola volta l’anno!Buon Appetito da Kuri e da Vallé ♥
I nostri consigli
L’impasto delle torte soffici
Un segreto per avere torte lievitate soffici? Mischiate sempre la farina, il sale e le altre polveri tra loro prima di unirli alla margarina e ad eventuali altri ingredienti.
Cosa prepariamo oggi?
Cristina
Cristina

Avete tempo per un dolce elaborato? – Ne vale proprio la pena!!!

Volete stupire tutti con una torta uguale a quelle dei film? Questa fa al caso vostro: è la versione semplificata di un dolce che in Gran Bretagna chiude il suntuoso pranzo natalizio ed è il piatto più scenografico dopo il gigantesco tacchino ripieno.  Non fatevi intimidire dalla lunghezza di questa ricetta, la cosa più impegnativa è superare una lista di ingredienti davvero “importante”; confezionare la torta non è difficile ma vi avverto che richiede tempo: in compenso si conserva per almeno due settimane avvolta con un doppio strato di alluminio, il che vi permette di partire con parecchio anticipo e di pensare ad altro il giorno di Natale