Sapori a tema

Torna indietro

Charlotte alla crema, pesche e ricotta

Difficoltà
media
Persone
8
Tempo di preparazione
60 min
Tempo di cottura
50 min
Charlotte alla crema, pesche e ricotta

Ingredienti

12 voti:

Per la base:

  • 300 gr di farina 00
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 125 gr di Vallé Bio
  • 120 gr di zucchero
  • 2 uova intere, a temperatura ambiente
  • 50 ml di latte
  • scorza di 1 limone non trattato

Per la farcitura:

  • 4-5 pesche medie
  • succo i 1 limone
  • 250 gr di ricotta
  • 250 ml di latte
  • 2 tuorli d’uovo
  • 100 gr di zucchero
  • ½ baccello di vaniglia
  • scorza di ½ limone non trattato
  • 2 cucchiai di amido di mais

Charlotte alla crema, pesche e ricotta, una squisita ricetta per una delicata torta alla frutta, ottima anche come torta di compleanno. La Charlotte alla frutta può essere preparata con infinite varianti, e questa è una versione fresca ed estiva. Richiede parecchi passaggi ma non fatevi spaventare: la preparazione può essere spalmata su due giorni, in modo da dover semplicemente procedere con un veloce assemblaggio quando sarete più comodi. Se gradite una variante di charlotte alle pesche con un sapore un po’ più deciso, mescolate lo sciroppo di pesche con poco liquore a vostra scelta. Ah... io per questa ricetta ho usato tutti ingredienti BIO!   Buoni dolci da Cristina KURI e da Vallé ♥  

Il nostro alleato sarà:
Vallé Bio

1

Ingredienti

2

Accendete il forno a 180 gradi. Mescolate farina e lievito e setacciate. In un’altra ciotola, lavorate la Vallé Bio con lo zucchero fino a ottenere una crema morbida, poi unite un uovo alla volta amalgamando bene tra uno e l’altro. Unite la scorza di limone, mescolate, poi incorporate la farina poca alla volta, mescolando bene tra un’aggiunta e l’altra e diluendo col latte appena l’impasto diventa troppo secco

3

Versate l’impasto in uno stampo da plum cake (28x10 cm) rivestito con due strisce di carta forno incrociate (vedi foto). Infornate per 45 minuti circa (fate la prova stecchino e aumentate il tempo di cottura se necessario). Sfornate, attendete 10 minuti, poi estraete la torta dallo stampo sollevando la carta forno e mettete a raffreddare sulla gratella

4

Mentre la torta si raffredda, cuocete le pesche: sbucciate i frutti, privateli del nocciolo e tagliateli a pezzetti. Mettete le pesche in una casseruola dal fondo pesante, unite il succo di limone, circa 50 ml di acqua e mettete sul fuoco medio. Appena la frutta prende bollore, coprite e abbassate il fuoco. Fate cuocere per 5-8 minuti finché la frutta inizia a sfaldarsi, poi spegnete, togliete la frutta dalla pentola con una schiumarola, mettetela in una ciotola o un piatto e schiacciatela con una forchetta finché è calda in modo da ridurla in purè. Conservate lo sciroppo rimasto nella pentola, servirà dopo; conservate il tutto in frigo fino al momento di assemblare la charlotte

5

Preparate la crema: versate il latte in un pentolino dal fondo pesante; unite il mezzo baccello di vaniglia e mettete a scaldare sul fuoco medio; spegnete il fuoco appena il latte accenna a bollire. Nel frattempo, sbattete i tuorli con 50 gr di zucchero fino a farli diventare bianchi e spumosi. Unite l’amido di mais, la scorza di limone grattugiata e mescolate

6

Versate il latte a filo sulle uova sbattute passandolo attraverso un colino, mescolando in continuazione con una frusta. Eliminate il baccello di vaniglia, mescolate bene il composto e versate nuovamente nel pentolino. Mettete sul fuoco basso mescolando continuamente con la frusta finché il composto comincia a bollire e si addensa. Spegnete il fuoco, trasferite immediatamente in un altro contenitore, coprite con pellicola o carta forno a contatto (evita la formazione della pellicina) e mettete da parte a raffreddare. Conservate in frigo se non assemblate il dolce subito

7

Quando torta, pesche e crema sono freddi, potete procedere. Tagliate il plumcake a fette spesse 8 mm circa. Mescolate la ricotta con la crema, il purè di pesche e i 50 gr di zucchero rimasti

8

Rivestite uno stampo da budino (20 cm diametro) con pellicola e rivestitelo con fette di plumcake, usando piccoli pezzi rotti per riempire gli spazi vuoti. Bagnate la torta con lo sciroppo di pesche che avete conservato. Versate metà della crema nello stampo, coprite con uno strato di fette di torta, bagnate con lo sciroppo e versate l’altra metà della crema. Chiudete il fondo con altra torta, bagnate con lo sciroppo e sigillate con pellicola trasparente. Mettete in frigo per almeno 6 ore (meglio una notte intera)

9

Al momento di consumare, capovolgete il dolce sul piatto di portata, togliete la pellicola e servite decorato con fettine di pesca

Foodblogger - Cristina

La Charlotte può essere preparata con infinite varianti, e questa è una versione fresca ed estiva. Richiede parecchi passaggi ma non fatevi spaventare: la preparazione può essere spalmata su due giorni, in modo da dover semplicemente procedere con un veloce assemblaggio quando sarete più comodi. Se gradite una variante con un sapore un po’ più deciso, mescolate lo sciroppo di pesche con poco liquore a vostra scelta. Ah… io per questa ricetta ho usato tutti ingredienti BIO!

 

Buoni dolci da Cristina KURI e da Vallé ♥