Casadinas “Dolci di Pasqua”

Le casadinas (o pardulas) sono graziosi dolci di Pasqua tipici sardi: sono piccoli gioiellini  che ricordano un cestino (o forse anche un bocciolo di margherita) e, cosa più importante, sono un vero concentrato di sapori mediterranei. La versione classica di questo dolce pasquale prevede l’uso dello strutto nell’impasto, ma se desiderate evitarlo potete provare questa versione più leggera. Il lavoro sarà più semplice se avete in casa una sfogliatrice per stendere la pasta, ma vi assicuro che si può fare anche col mattarello, dovrete solo metterci un po’ di forza: coraggio, risparmierete la palestra! Pronti per una delle più interessanti ricette pasquali?

Categoria: Biscotti

14 voti

difficoltà

preparazione

40'

cottura

30'

persone

6

Casadinas “Dolci di Pasqua”

Stampa Email

ingredienti

Per la base
•    500 gr di farina 00
•    100 gr di Vallé+Burro
•    ½ bicchiere d’acqua (circa)

Per il ripieno
•    500 gr di ricotta
•    200 gr di zucchero
•    1 uovo
•    scorza di 1 limone non trattato
•    scorza di ½ arancia non trattata

1.

Gli ingredienti

2.

Passate la ricotta con un colino in modo che diventi soffice e cremosa, poi mescolate con l’uovo leggermente sbattuto, lo zucchero e la scorza degli agrumi. Amalgamate molto bene (meglio se con una frusta) e mettete in frigo per almeno un’ora

3.

Versate la farina in una ciotola capiente e mescolate la Vallé+Burro a cucchiaiate. Unite metà dell’acqua e mescolate con le mani, poi aggiungete poca acqua alla volta finchè l’impasto comincia a essere coeso ma non appiccicoso (potrebbe servire più acqua ma aggiungetela con cautela). Versate sulla spianatoia e impastate bene finché l’impasto è uniforme, con una consistenza simile alla pasta all’uovo. Avvolgete nella pellicola trasparente e mettete in frigo per un’ora

4.

Trascorso il tempo di riposo, accendete il forno a 180 gradi. Preparate la sfogliatrice (se non l’avete dovrete stendere la pasta col mattarello) e stendete la pasta piuttosto sottile ma non troppo (io sono arrivata allo spessore n.3), poi ricavate tanti dischi con un coppapasta (questo è 8 cm di diametro). Pizzicate il bordo in più punti in modo da ricavare un cestino, poi adagiate sulla placca rivestita di carta forno. Versate un cucchiaio colmo di composto alla ricotta in ogni canestrello, poi infornate per 30-35 minuti

5.

Per esaurire la pasta e il ripieno vi serviranno 2-3 infornate. Lasciate raffreddare bene e servite. Si conservano 3-4 giorni in frigoBuon Appetito da Kuri e da Vallé ♥
I nostri consigli
15
Per migliorare l’assorbimento del ferro puoi condire le verdure a foglia verde o i legumi con il limone o il peperoncino fresco (fonti di vitamina C).
Cosa prepariamo oggi?
Cristina
Cristina

Le casadinas (o pardulas) sono graziosi dolcetti sardi tipici della Pasqua: sono piccoli gioiellini  che ricordano un cestino (o forse anche un bocciolo di margherita) e, cosa più importante, sono un vero concentrato di sapori mediterranei. La versione classica prevede l’uso dello strutto nell’impasto, ma se desiderate evitarlo potete provare questa versione più leggera. Il lavoro sarà più semplice se avete in casa una sfogliatrice per stendere la pasta, ma vi assicuro che si può fare anche col mattarello, dovrete solo metterci un po’ di forza: coraggio, risparmierete la palestra!