Cannoli siciliani

E chi non conosce questa delizia della bella Sicilia? Dolci golosissimi dall’aspetto invitante e ricchi dei profumi di questa  terra, allietano i nostri pranzi e le nostre cene rendendo felici i nostri commensali.

Hanno un sapore deciso e danno gioia anche agli occhi oltre che al palato. Oggi proviamo a prepararli con la nostra Vallé, anziché con lo strutto come prevede la ricetta tradizionale. Otterremo un risultato più leggero ma ugualmente delizioso.

Categoria: Pasticcini e Piccola pasticceria

2 voti

difficoltà

preparazione

30 min + mezz'ora di riposo

cottura

1 minuto a cannolo

persone

6

Cannoli siciliani

Stampa Email

ingredienti

Per i cannoli
  • 250 gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di cacao amaro
  • 30 gr di zucchero semolato
  • Un pizzico di sale
  • 30 gr di Vallé Naturalmente
  • 60 ml di marsala
  • 10 ml di aceto bianco
  • 1 uovo piccolo
  • Un albume
  • Olio di semi di arachidi (per friggere)
Per il ripieno e la decorazione:
  • 400 gr di ricotta di pecora (o vaccina secondo il proprio gusto)
  • Due cucchiai di zucchero semolato
  • Due o tre gocce di essenza di fiori d’arancio (facoltativo)
  • Granella di pistacchi
  • Ciliegie candite
  • Scorza di arancia candita
  • Gocce di cioccolato
  • Zucchero a velo per la decorazione finale

1.

Setacciare farina e cacao.

2.

Versare in una planetaria gli ingredienti solidi (farina, cacao, zucchero e sale) e mescolare.

3.

Aggiungere Vallé Naturalmente.

4.

Aggiungere aceto e marsala.

5.

Alla fine aggiungere anche l’uovo e cominciare ad impastare con la frusta foglia o se preferite anche a ma-no, fino a raggiungere una consistenza elastica. Fate riposare in frigo per almeno mezz’ora.

6.

Stendere la pasta dello spessore di mezzo millimetro, aiutandovi con un matterello o anche con la mac-chinetta per la pasta.

7.

Formare tanti cerchi del diametro delle canne che poi utilizzerete per friggere.

8.

Ungete le canne.

9.

Arrotolare i cerchi sulle canne e sigillatele con un pò di albume sbattuto.

10.

Friggerli in olio di semi di arachidi, farli scolare su carta assorbente e attendere che si raffreddino. Divente-ranno duri appena freddi.

11.

Riempirli abbondantemente con il ripieno preparato con la ricotta setacciata, l’essenza di fiori d’arancio (facoltativo) e lo zucchero.

12.

Decorarli alle estremità intingendoli nella granella di pistacchi o nelle gocce di cioccolato e aggiungendo una ciliegia o una scorza di arancia candita. Prima di servirli spolverizzare con abbondante zucchero a velo.
I nostri consigli
Il miglior lievito naturale
Sapete qual è il miglior lievito naturale per avere torte davvero soffici? È  l’aria che ha fatto montare le uova intere sbattute con lo zucchero e gli albumi, moltiplicando il volume dell’impasto originario.
Cosa prepariamo oggi?
Anna

Foodblogger

Anna

Consigli:

Potete variare la forma, ritagliando l’impasto anche a forma di quadrati, con la rotella dentata. Attendete che si raffreddino completamente prima di farcirli. Quando sono caldi sono ancora morbidi.

 

Varianti:

Per un sapore meno deciso usate la ricotta vaccina.

Per un risultato più ricco, inserire nel ripieno anche canditi tagliati a pezzettini.

Per i più golosi, prima di riempirli di ricotta, versare sulle pareti interne del cioccolato fondente fuso a bagnomaria e attendere qualche minuto.