La spesa intelligente: scopriamo come in 5 step!

Buonessere

In questo periodo fare la spesa è diventato un rito diverso dal solito, con delle regole tutte nuove. Molti hanno dovuto accantonare le loro abitudini per lasciar spazio all’organizzazione e mettere al centro il concetto di comunità. Per questa ragione oggi vogliamo darvi qualche consiglio per la gestione di una spesa intelligente durante il covid-19 e perché no, anche dopo!

La pratica rende perfetti!

Andare al supermercato è per molti un momento rilassante, in cui si gira tra le corsie e ci si lascia ispirare dagli alimenti esposti. Per altri è un più un “tocca e fuga” per comprare qualcosa da mangiare al volo e cenare a casa. Non siamo abituati a fare lunghe code in attesa di poter entrare a fare la spesa e a dover evitare il più possibile di tornarci, se non quando davvero necessario.

È importante imparare da tutte le situazioni che abbiamo intorno e cercare di adattarsi, soprattutto quando è per il bene della comunità. Infatti, per molti scrivere un menù settimanale o pensare alla spesa per lunghi periodi può sembrare strano all’inizio, ma con un po’ di pratica si può imparare tutto.

Qualche consiglio per una spesa intelligente

L’idea è semplice: cercare di uscire di casa il meno possibile e questo, lo sappiamo, comprende anche (non) andare al supermercato. Quando si va a fare la spesa in questo periodo è importante organizzarsi per essere rapidi e creare poche file. L’obiettivo è cercare di acquistare quello che ci serve per almeno una settimana a venire.

Come farlo? Ecco qualche consiglio per una spesa intelligente:

L’arte della programmazione

Organizzare il proprio menù settimanale è essenziale per poter andare dritti verso quello che ci serve. Dedicare un giorno alla settimana alla programmazione dei pasti è una buona tecnica anche per evitare gli sprechi in cucina e comprare solo quello che ci serve. Ora che il tempo non manca, ci si può sedere insieme in famiglia e scegliere come organizzarsi, in modo da scrivere una lista della spesa che “più precisa non si può”.

Per farlo vi consigliamo di suddividere la settimana in giorni e in pranzo e cena, cucinando tutto in doppie porzioni. Per esempio la cena del lunedì potrà essere anche il pranzo del mercoledì e così via. In questo modo sprecherete meno cibo e vi serviranno meno idee. Vi consigliamo di cucinare piatti buoni anche qualche giorno dopo, come la torta salata di bietole rosse e salame o la nostra torta variegata al cacao, per una merenda da leccarsi i baffi.

Potete cominciare ad organizzare il vostro menù di Pasqua da preparare con amore e passione, per renderla un momento speciale, anche se diverso dal solito.

Riorganizzare la dispensa

Il tempo per rimanere a casa ci dà occasione anche per svolgere quelle attività che di solito non riusciamo a inserire nella nostra settimana. Una di queste è pulire e organizzare la propria dispensa in cucina. Oltre che come passatempo e ottimo metodo per la gestione dello stress, ve lo consigliamo per rendere più semplice l’organizzazione della spesa. Spesso infatti, abbiamo in casa ingredienti che non ci ricordavamo di aver comprato o al contrario, pensiamo di avere tutto quello che ci serve. Per evitare di dover uscire ancora per comprare per esempio il sale grosso, ordinare e pulire i ripiani vi faciliterà il lavoro e sarà più semplice gestire anche la vostra spesa intelligente.

 

organizzare la dispensa per la spesa intelligente

 

Apertura al cambiamento

I piccoli piaceri che ci riserviamo giornalmente, come andare dal fruttivendolo di fiducia o nel supermercato che conosciamo da sempre, adesso vengono messi un po’ da parte. Infatti, si va a fare la spesa dal rivenditore più vicino alla propria abitazione e comunque nel proprio comune di residenza. Per questa ragione vi consigliamo di essere aperti al cambiamento e pazienti, fintantoché tutto non tornerà alla normalità.

Siate anche creativi negli ingredienti che scegliete di acquistare. Se avete deciso di cucinare per esempio i carciofi ripieni, ma non li trovate al supermercato non disperate! E soprattutto non fate tutto il giro della città alla ricerca dell’ingrediente mancante. Siate creativi e sostituiteli per esempio con i peperoni ripieni, altrettanto buoni.

Scorta sì, ma senza esagerare!

È importante comprare qualcosina in più, per evitare di uscire più spesso ed essere sicuri di avere in casa tutti gli alimenti che mangiamo abitualmente. Questo però, non significa comprare 10 pacchi di farina o tutti i surgelati che vendono al supermercato. Ricordatevi che i rifornimenti non mancano ed è sufficiente avere abbastanza per 10 o 15 giorni al massimo.

Congelatore amico fidato!

Ormai lo sapete! Il congelatore è un amico fidato, soprattutto per chi ha già l’abitudine di fare la spesa una volta alla settimana. Per chi invece è sempre in giro e ama comprare giorno per giorno, può essere una scoperta molto interessante. Infatti, potete comprare verdura e pane fresco e una volta arrivati a casa tagliarli, inserirli negli appositi sacchetti da freezer e il gioco è fatto. Vi basterà tirare fuori qualche fetta di pane la sera prima e per il giorno dopo a pranzo sarà perfetto per essere mangiato. O ancora la funzionalità defrost di molti forni potrà tornarvi utile.

Un’idea divertente è anche quella di preparare voi delle ricette in casa, ottime per la congelazione. In questo modo potrete sia organizzare un menù settimanale, che passare del tempo insieme cucinando. Per esempio il pane azzimo, i biscotti salati alle mandorle o la pasta frolla per le basi delle vostre crostate sono l’ideale per questo scopo.

 

Adesso conoscete molti trucchetti per una spesa intelligente al top, aspettiamo di sentire i vostri consigli!

 

 

Potrebbero interessarti anche