Compost fai da te: addio sprechi in cucina!

Buonessere

Un mondo più verde è più sano e bello, ormai lo sapete bene. Comportarsi in modo ecosostenibile è la chiave per raggiungere questo obiettivo: per questa ragione oggi torniamo a raccontarvi dell’orto in balcone. Ecco come realizzare un perfetto compost fai da te e regalare alle vostre piante ed erbe un pensiero in più!

In questi mesi nei quali siamo rimasti tutti più tempo a casa, in molti abbiamo iniziato a dedicare del tempo anche al giardinaggio, con piccoli orti in balcone o coltivazioni più impegnative in giardino. In questo articolo troverete una serie di consigli in più per aiutare il vostro pollice verde, sfruttando gli avanzi della cucina.

Fertilizzanti naturali, per un orto più green

Come vi abbiamo raccontato in passato, le piante sono un elemento fondamentale per il nostro ecosistema e per il benessere nella vita di tutti in giorni. Aiutano a combattere lo stress, sono ideali per i lavoretti manuali dei bambini e perfette anche in cucina:

  • L’azione purificatrice delle vostre piante da interno è insuperabile: scoprite di più in questo articolo;
  • Ai più piccoli insegnano il rispetto verso il mondo che li circonda e la pazienza nell’attesa dei risultati, come vi abbiamo raccontato qui;
  • È un ottimo modo per mantenervi in forma e mangiare a chilometro zero!

Quali fertilizzanti usare e perché farlo?

Attraverso i fertilizzanti si aiuta il terreno ad essere più florido e adatto alla crescita di piante, fiori ed erbe aromatiche. Potrete migliorare le sue qualità chimiche, fisiche e biologiche oltre che agire sul pH.

I fertilizzanti possono essere:

  1. Naturali: provengono dalla decomposizione di materiale organico;
  2. Chimici o minerali, derivanti da composti industriali.

Soprattutto quando vi dedicate alla coltivazione di quello che andrà a finire sulle vostre tavole è importante arricchire il terreno con la variante organica. Oltre a essere più economica ed ecologica vi permette di riutilizzare gli scarti della vostra cucina e della natura stessa… un vero successo! Tra i fertilizzanti naturali troviamo l’humus di lombrico, il guano, la cenere di legna e il compost.

Oggi scopriamo insieme come realizzare il compost fai da te per il vostro orto, che sia in balcone o in giardino. Pronti?

 

compost-fai-da-te-ragazza-con-maglione-giallo-che-versa-bucce-in-un-cestino-per-il-compost-da-tagliere-di-legno

 

Compost fai da te: l’orto (in balcone) non avrà più segreti!

In natura il compostaggio avviene naturalmente, attraverso i depositi di foglie, fiori e altri residui organici sullo strato superficiale del terreno. I microrganismi interni provvedono poi a trasformare questi resti in un tesoro prezioso per il proprio nutrimento. Piante e vegetali giovano del terreno fertile e crescono più rigogliosi che mai.

Come abbiamo già visto è importante fare una spesa senza sprechi ma non solo: anche i resti degli alimenti possono essere un bottino fantastico per il vostro orto in balcone e le erbe aromatiche. Ecco qualche consiglio per il compost fai da te con gli scarti della vostra cucina.

Quali materiali utilizzare per il compost?

L’ideale è andare a equilibrare avanzi di tipo organico provenienti da scarti alimentari o di origine animale e vegetale con materiali biodegradabili.

  • Bucce di frutta e verdura come patate, carote, mele, pere;
  • Resti come le foglie dei ravanelli, i gambi degli asparagi, gli strati esterni dell’insalata o della cipolla;
  • I fondi di caffè: perfetti grazie al contenuto di azoto elevato, in aggiunta a fosforo e potassio;
  • Il pane raffermo;
  • Bucce contenenti oli essenziali, come quelle degli agrumi;
  • I gusci dell’uovo tritati;
  • Stoffe naturali come la lana, il cotone o il lino;
  • Lattice;
  • Carta non stampata o fazzoletti.

Vi consigliamo invece di evitare materiali come la plastica, la carta stampata e il vetro. Ma non solo: anche tutti quei materiali derivati dalla lavorazione del petrolio non faranno al caso vostro. Se cercate alcuni spunti per il riciclo creativo con questi materiali, potrete riutilizzare le confezioni Vallé in tantissimi modi: qui troverete molti spunti divertenti!

E ora la trasformazione!

Il mix di elementi nutritivi per il terreno che vi regala la casa va ora trasformato nel compost fai da te! Ecco qualche tips:

  1. Il materiale di compostaggio va bilanciato: all’incirca 2/3 di materiale umido e 1/3 di materiale secco. Allo stesso tempo la consistenza finale non dovrà essere troppo compatta, né molto liquida. È quindi necessario regolarvi con aggiunta di acqua o altra carta, foglie secche, legnetti e così via;
  2. Vi consigliamo di triturare tutti i materiali in piccoli pezzi per ottenere risultati ottimali;
  3. Il compost può essere fatto in 3 modi: in una compostiera, consigliato per questa attività sui balconi in quanto esteticamente piacevole, limita gli odori e ottimizza gli spazi. In alternativa se avete un giardino o un orticello potrete farlo con il metodo del cumulo, che non richiede particolari strutture e resta areato, oppure con una buca, con i dovuti accorgimenti di areazione e ristagno;
  4. Se fatto correttamente il compost fai da te non avrà odori sgradevoli: per questo è importante proporzionare bene i materiali e in aggiunta, se scegliete il metodo della compostiera, lasciarla leggermente alzata dal terreno per lasciar defluire i residui liquidi;
  5. Ci vorranno circa 6 mesi perché otteniate concime maturo, per questo non dovrete preoccuparvi se non vedrete subito i risultati sperati. Il risultato finale sarà uniforme e con un profumo di sottobosco.

Una volta che avrete ottenuto il risultato sperato potrete utilizzarlo nei vasi delle vostre piante aromatiche, verdure e frutta. Vi consigliamo di miscelare due parti di terriccio con una di compost domestico.

Realizzarlo è molto semplice e potrete coinvolgere anche i più piccoli nell’attività del giardinaggio, scelta che come abbiamo visto è molto istruttiva. Infine, vi consigliamo di dare un occhio costante alla vostra compostiera se avete animali domestici, cercando di tenerli sempre lontani. Inoltre anche la zona intorno andrebbe controllata periodicamente, per evitare visite inattese di moscerini o insetti e regolarsi di conseguenza.

 

Se amate il giardinaggio e siete attenti all’ecologia in questo articolo troverete un’idea divertente per riciclare la confezione della vostra Vallé preferita creando fioriera da balcone fai da te!

Che cosa aspettate?