Acque vitaminiche per una primavera con una marcia in più

Buonessere

Dissetanti, energizzanti e depurativi, sono gli infusi di acqua con frutta e verdura fresca, detti anche acque vitaminiche fai da te. Conosciamole da vicino.

Con il caldo primaverile ed estivo aumenta la sudorazione e con essa la perdita di liquidi e minerali importanti.

I medici raccomandano di tenere a portata di mano una bottiglietta e di ricordarsi di integrare l’alimentazione con abbondante frutta e verdura per reidratarsi e compensare la perdita, ad esempio, di magnesio e potassio, che, quando carenti, causano il senso di spossatezza e affaticamento.

Tenere in borsetta l’acqua e gli ortaggi per riuscire ad assumerne i quantitativi sufficienti – ammettiamolo – non è il massimo della comodità e difficilmente quando saremo sui mezzi pubblici, alla scrivania o tra un appuntamento e l’altro ci verrà voglia di estrarre una pesca e bere due sorsi.

C’è però un modo divertente e goloso per fare sì che a sera ci siamo approvvigionati di tutto e siamo in forma perfetta con il sorriso: le acque vitaminiche!

Acque vitaminiche fai da te

Cosa sono è presto detto: acque al cui interno i vegetali hanno rilasciato i nutrienti e gli aromi; berle è davvero piacevole e fa stare subito meglio.

Possiamo cambiare la ricetta delle acque vitaminiche di giorno in giorno in base a quanto abbiamo a disposizione, ai gusti e alle proprietà dei mix, avendo l’accortezza di far riposare i vegetali nel liquido dalle due alle quattro ore prima del consumo (possono essere preparate anche la sera precedente).

Le ricette da sperimentare sono tantissime, come molti sono i libri e i siti web che le riportano con consigli su possibili contenitori (meglio il vetro) e sui momenti più adatti all’assunzione (mattino a digiuno, mezz’ora prima dei pasti, durante lo sport e con temperature elevate).

Vediamo in dettaglio alcune combinazioni possibili: dissetante e rinfrescante con basilico e menta, vitaminica e antiossidante con arance, carote e limone, aromatica e golosa con kiwi e finocchio, morbida e rilassante con albicocca e valeriana.

La preparazione è semplicissima: basta lavare (se sono biologici) o sbucciare (se provenienti da agricoltura convenzionale) i vegetali; tagliarli a dadini e inserire le foglie, lasciare macerare in frigorifero e bere dopo aver filtrato (ma se gradite è possibile mangiare quanto inserito).

È possibile sfruttare anche le spezie se sono di nostro gradimento: arancia e cannella assieme sono irresistibili, ma anche lo zenzero con il limone ci dà la marcia in più per affrontare la giornata!